Rimorchiatore (Colosso)

Ancoraggio -34
Prof. max. -40
Visibilità Discreta / Scarsa
Difficoltà Difficile

Il più piccolo, il più integro, il più invisibile e il più profondo dei nostri relitti. Si tratta di un rimorchiatore costiero tedesco affondato durante la Seconda Guerra Mondiale. Adagiato in perfetto assetto di navigazione sul fondale sabbioso, con prua verso ponente a meno di un miglio dalla costa in località Framura (SP) navigava apparentemente tranquillo il nostro bel rimorchiatore quando il destino lo raggiunse e l’accompagnò nel suo ultimo viaggio. A noi che lo visitiamo spetta il compito di non disturbare lo sfortunato amico che riposa. L’immersione, riservata a subacquei con esperienza di relitti, presenta un salto nel blu di 35 m lungo un pedagno ancorato a prua. La sola discesa può valere l’intera posta se, come spesso accade, i due inquilini del relitto, magnifici esemplari di pesce luna fanno capolino tra le bolle d’aria dei subacquei. Raggiunta la prua ci si dirige verso la piccola e angusta cabina di comando doppiando la piattaforma per la contraerea, proseguendo verso poppa si passa a fianco a parte del fumaiolo e sopra i boccaporti della sala macchine e della stiva. L’ampia poppa, tipica dei rimorchiatori, sembra una stanza disordinata: sotto la piattaforma della contraerea poppiera, un intreccio di cime, argani, gru, lenze, palamiti, stralci di reti, manichette dell’acqua sono i resti evidenti del trambusto occorso a bordo dopo il siluramento della chiatta al traino. Se la visibilità e la riserva d’aria lo permettono, imperdibile è il passaggio sotto la gigantesca elica a quattro pale perfettamente integre ricoperte di molluschi danno riparo a galatee, astici e aragoste. Tornando verso il pedagno, sulla dritta della nave, si incrocia il fumaiolo riverso sulla subbia. Purtroppo il tempo di fondo è davvero limitato circa 12 minuti e da qui la necessità di almeno due immersioni per avere un’ idea chiara del nostro piccolo – grande tesoro.

Può capitare di immergersi con visibilità limitata che, unita alla profondità ai limiti delle immersioni ricreative, necessita di una programmazione attenta e accurata e di un buon livello di allenamento.

Share Button